Servi 2.0

head

– E allora eccoci. Come annunciato, ve l’avevo promesso, al telefono Beppe che ha da dirci qualcosa. Ciao Beppe!

– Sì, ciao, ciao.

E’ un tono sbrigativo, quello col quale Beppe risponde allo speaker de “La Cosa”, canale tematico di beppegrillo.it. Il tono sbrigativo di chi non ha tempo da perdere coi convenevoli, ché ci sono le consultazioni al Quirinale da commentare. Del resto Beppe è il padrone, mica un ospite qualsiasi.

Durante i quindici-minuti-quindici di intervento, Matteo (così parrebbe chiamarsi il malcapitato conduttore) contribuisce con qualche risatina, un contorno di interiezioni. E un commento sulla coerenza del moVimento, quando Beppe gli dà finalmente il permesso di parlare.

Insomma, il minimo indispensabile a fare vedere che è là, che sta seguendo, che Sì, certo, concordo con tutto ciò che dici. Come fare a non essere d’accordo con Beppe? Non si può.

Io me lo immagino, il povero Matteo, mentre suda freddo al suo microfono:

Devo stare più attento, stavo quasi per interrompere Beppe.

Speriamo che le mie risate suonino convincenti.

“Certo… certo”.

Chissà quante volte avrà compatito i servi dello Psiconano maledetto? Si sarà reso conto che il servo, ora, è lui?

Grazie, Beppe. Grazie mille. Grazie mille.

Ma Beppe gli ha già chiuso il telefono in faccia.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s