Le nuove frontiere del populismo

origin_3546501358Una delle qualità che fanno di Beppe Grillo un grande leader politico è la capacità di parlare a tutti. Ma proprio a tutti.

Ieri, per esempio, ha preparato la strada per il suo tour veneto strizzando l’occhio all’elettorato leghista con un bel post sui delitti compiuti dagli immigrati clandestini. I “Kabobo d’Italia”, come li definisce lui. E, a ben pensarci, il problema non sono neanche gli immigrati clandestini, se anche un cittadino portoghese diventa “cittadino portoghese originario dell’Angola”. Il problema è proprio che sono negri.

E come dimenticare quando, in occasione della campagna elettorale per le elezioni comunali a Palermo, spiegava ai giornalisti del capoluogo siciliano che la mafia non è poi così male, se paragonata alla Stato?

Quella di Grillo non è una mera trasversalità geografica. Se Berlusconi è stato così abile da riuscire per 20 anni a parlare a tutto il popolo non-comunista, Grillo non si pone vincoli di sorta. Apre benevolo le porte del suo movimento ai neo fascisti di Casa Pound a Roma così come alla sinistra dei centri sociali a Livorno.

Insomma, se siete stati fino a ieri mafiosi, razzisti, anarchici o fascisti, potrete continuare ad esserlo all’interno del MoVimento. L’importante è dire basta a questa politica “delle larghe intese”.

photo credit: Sara Fasullo via photopin cc

Advertisements

One response to “Le nuove frontiere del populismo

  1. Significativo… Grillo vuole apparire la soluzione a qualsiasi platea che ha davanti, e il suo movimento riesce ad essere un calderone in cui si raccoglie una gamma di sostenitori davvero variegata (dal ricercatore precario che vuole al potere persone oneste, all’ottuso ignorante che si nutre della peggio demagogia)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s